#137# 25/09/2020 Montecuccolo – Renno – Gaiato su antiche vie storiche

Non è facile rimanere, qui, in bilico.
Passato e futuro si intersecano.
Quello che non hai avuto dall’uno, lo pretendi dall’altro.
Ma la vera ricchezza è trattenere,
questo attimo fuggente, il presente.

Parlare è da stupidi, tacere è da codardi, ascoltare è da saggi.

Carlos Ruiz Zafon, nato il 25 settembre 1964, scrittore

Pranzo: ristorante Albergo Corsini, Pavullo nel Frignano (link)

Itinerario: le condizioni meteorologiche, non propriamente favorevoli, ci fanno optare per un percorso a quote un po’ più basse del solito. Partiamo dal parcheggio del borgo di Montecuccolo (873 mt.), con il suo famoso Castello. Qui nacque Raimondo Montecuccoli, generale e scrittore, che a capo delle truppe austro-ungariche fermò l’invasione degli Ottomani nella battaglia del fiume Raab il 1° Agosto 1664. Dall’arco del Borgo che volge a Sud, porta d’accesso che domina l’intero Frignano, prendiamo la Via dei Montecuccoli che da qui arriverebbe a Montese toccando tutti i luoghi dell’antico feudo della blasonata famiglia. Il primo tratto coincide anche con numerose vie storiche che passano di qui: Via Romea Germanica Imperiale, Via Romea Nonantolana e la deviazione sulla settecentesca Via Vandelli. Scendiamo rapidamente passando da Piantacroce e attraversiamo Renno Di Sopra. Qui incontriamo il nostro caro amico Abramo, anni 101, che ci racconta della sua vita tra campi di concentramento, fughe rocambolesche attraverso le fogne, malaria e dell’elisir di lunga vita: le crescentine. Un’ulteriore discesa ci porta a Renno con la sua meravigliosa Pieve del XII secolo. La Pieve è inserita nel percorso Via Delle 7 Chiese, suggestivo cammino recentemente tracciato nella campagna pavullese. Sul sentiero 518, la nostra discesa finisce nel borgo di L’Amola (640 mt.) dove comincia la salita verso Gaiato e la sua Torre (923 mt.). Proprio ai piedi della Torre abbandoniamo la Via dei Montecuccoli ed imbocchiamo il sentiero 514. Dalla qui la vista è unica: davanti a noi tutto il crinale dell’Appennino Tosco-Emiliano con il Corno Alle Scale, il Monte Cimone, il Monte Cusna. Seguiamo sempre il sentiero 514 fino a quando non incontreremo sulla nostra destra il sentiero 514A che ci porta in località Pozzaccia. Qui prendiamo il sentiero 518 che abbandoniamo, nelle vicinanze del Campo di Aviazione di Pavullo, solo quando incontriamo il sentiero 526 che ci riporta a Montecuccolo.

Distanza totale 14.64 km, dislivello 774 mt., tempo impiegato 3h 50m

Scarica il file GPS: (link)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: