#127# 07/07/2020 Val Sestaione – Foce Di Campolino – Lago Nero

Nella nebbia, gli alberi si annodano, si stringono, si contorcono.
Niente e nessuno riuscirà a sconfiggerli, questo posto è loro.
Noi ci accorgiamo che scarpone vecchio, non fa buon brodo.
Per fortuna, invece, la gallina ancora sì.

“Siamo abituati al fatto che gli uomini disprezzino ciò che non comprendono.”

Arthur Conan Doyle, morto il 7 luglio 1930, scrittore

Pranzo: ristorante Colò, Dogana Nuova, Fiumalbo (link)

Itinerario: sulla strada che porta dalla SS12 dell’Abetone all’Orto Botanico, parcheggiamo in corrispondenza della sbarra che impedisce il proseguimento ai veicoli. Siamo a 1309 mt. ed imbocchiamo il sentiero 108 fino al rifugio Casetta Dei Pastori. Qui prendiamo a sinistra, sullo stesso sentiero, che per un certo tratto coincide con il sentiero 106. In vista del crinale quest’ultimo volge verso sinistra in direzione del Lago Nero. Noi proseguiamo sul sentiero 106A verso Foce Di Campolino (1785 mt.) che raggiungiamo, nonostante la nebbia ed il vento piuttosto fastidioso. Da qui imbocchiamo il sentiero 100 fino al Lago Nero (1730mt.). Ci rifocilliamo anche se la nebbia, pur nel suo grande fascino, non ci consente di godere appieno della vista del lago e dell’Alpe Tre Potenze (così chiamato in quanto punto di confine tra il Granducato di Toscana, il Ducato di Modena ed il Ducato di Lucca). Torniamo indietro sul sentiero 100 per imboccare quasi subito il sentiero 104 che ci riporterà alla base, in mezzo ad una stupenda foresta di faggi dalle forme meravigliose.

Distanza totale 8.43 km, dislivello 535 mt., tempo impiegato 3h 30m.

Scarica il file GPS: (link)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: